Home Page SocialPrestiti


Finanziamenti & prestiti per studenti universitari 2017 2018


Esistono e come funzionano i finanziamenti & prestiti a studenti universitari senza garanzie e senza busta paga del corso dell'a.a. 2017 2018



Esistono prestiti per studenti nel 2017 2018? Iniziamo il post con il più importante dei quesiti, che, nel caso nostro, è per studenti universitari? La risposta è positiva: certo che esistono i prestiti per studenti universitari! Tuttavia, dobbiamo attenzionare lo studente nonchè i genitori dello stesso che non tutti i finanziamenti erogati a studenti sono degni di esser tali... Cioè dobbiamo superare il semplice tenore letterale che ci viene proposto da banche e finanziarie per individuare il "vero" prestito per studenti universitari, in quanto parliamo di un esercito di giovani che nella maggior parte dei casi ha una cosa in comune: è senza lavoro, anzi fa un lavoro (studiare) che non solo non produce un reddito ma comporta un esborso economico in capo a chi lo assiste (mantenimento agli studi). Con questa premessa, vediamo qual'è la vera forma di credito erogata agli studenti universitari e come funziona.

Finanziamenti per studenti universitari: possiamo dire che ogni banca o finanziaria oramai ha il suo prodotto destinato agli studenti universitari... ma non è oro tutto quel che luccica! La maggior parte degli istituti di credito incorpora, ingloba nel proprio prodotto finanziario delle frasi e locuzioni che hanno a che fare con il mondo accademico. Così, troviamo nomi di prodotti finanziari dove accanto alla dicutura prestito o finanziamento troveremo ad esempio aggettivi, verbi, sostantivi, etc. quali "studi", "studiare", "ad honorem", "d'onore", "lode", "fiduciario", "scuola" ecc. Il problema è che, contattata la banca o finanziaria, nella maggior parte dei casi vogliono una garanzia o un terzo garante, di solito un genitore o un parente (nonno, fratello, zio...) e che l'agevolazione per lo studente tutt'al più è nel tasso di interesse. Esempi, reali, di cui parliamo sono i finanziamenti per studenti universitari promossi dal Banco di Sardegna (gruppo BPER), dalla Bnl, dalla Findomestic, dal Monte Paschi di Siena, da Cariparma, da Poste Italiane, etc. Ma tutto ciò non ha nulla a che vedere con il vero prestito per studente universitario. Vediamo il perchè.

Prestito studenti universitari con garante o garanzie? No! La richiesta di una garanzia, snatura la ratio del finanziamento universitario: dare fiducia a quei giovani che da qualche anno sono diventati maggiorenni! Cioè, la presenza di una terza garanzia permette a chiunque di farsi finanziare, non solo agli studenti universitari... Pensate che anche un soggetto, fallito, protestato o pignorato sarà regolarmente finanziato se ha delle garanzie. In definitiva, il messaggio di una banca che chiede una garanzia ad uno studente è quello de <<...non importa se sei un cattivo pagatore o uno studente... dacci una garanzia e noi, comunque, ti finanzieremo.>>. In ultima analisi, avviene, di fatto, una "parificazione" tra uno giovane, giovanissimo studente ed un cattivo pagatore i quali verranno comunque finanziati a condizione che presentino una terza garanzia! Ripetiamo: questo non è il vero finanziamento per studenti universitari! La vera formula di credito è quella dei prestiti a studenti universitari senza garanzie e senza reddito o busta paga! Vediamola.

Come funzionano i prestiti per studenti universitari senza garanzie: funzionano tramite opposite convenzioni universitarie! La convenzione può essere con un ente pubblico il più famoso dei quali è il Prestito Diamogli Futuro noto anche con Fondo Diamogli Credito. Ma la maggior parte delle convenzioni sono tra banche e singolo ateneo. Come funzionano? La banca eroga il capitale cioè la somma data in prestito, gli atenei garantiscono per gli studenti accollandosi gli interessi passivi, quindi versandoli alla banca che ha erogato il finanziamento. Che succede se lo studente non paga il finanziamento? Allora, se egli ha dei beni immobili, questi possono essere aggrediti. Se egli è "nullatenente", com'è logico, non possono fargli nulla. Tuttavia, il mancato pagamento delle rate comporta qualcosa che è peggio dell'aggressione dei suoi eventuali beni: l'iscrizione dello studente in una lista nera come la Crif. Un soggetto di 20-25 anni, probabilmente, non sa cosa sia la Crif... Beh, diciamo che rappresenta una sorta di "morte finanziaria" alla quale va incontro chi non ha pagato dei finanziamenti, di qualsiasi tipo. La conseguenza di essere iscritti sarà quella di avere difficoltà nell'ottenere un nuovo finanziamento in futuro. Pensate al periodo post laurea, per esempio a finanziare un dottorato di ricerca, od una start up ovvero ad un mutuo per acquistare una casa etc. Per queste motivazioni, è bene che lo studente (o i genitori se il pagamento inizia durante il corso degli studi) sia sempre puntuale nel pagare la rata del prestito. Terminiamo tutto il discorso indicando una risorsa presso la quale trovare una serie di istituzioni e banche che erogano prestiti per studenti universitari senza reddito e senza busta paga nè garanzie ulteriori per l'a.a. 2017/2018: finanziamenti e prestiti a studenti universitari senza garanzie




Prestiti x studenti universitari 2017